Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta maria venuso

MEDEA in scena all'anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere

  “ Teatri di Pietra” –Teatro Danza Musica Rete per la valorizzazione delle aree monumentali attraverso lo spettacolo dal vivo MEDEA Azione scenica per tre danzatrici e un’attrice Mercoledì 2 settembre – Anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere, ore 21.00 Testo di  Euripide  a cura di  Maria Venuso Coreografia e regia Edmondo Tucci Musica Aniello Mallardo Attrice Arianna Sorrentino Danzatrici Sara Gison, Michela Mazzoni, Adriana Pappalardo Punto di partenza di questo spettacolo è, ancora una volta, il testo originale di Euripide. Immortale fonte di ispirazione, esso offre al pubblico alcuni motivi di riflessione più che vivi e attuali, attraverso i monologhi della protagonista: la condizione della donna, dello straniero e del sapiente nei confronti della massa, tradimento e disperazione. Tutto questo è Medea . Le sezioni più importanti dei monologhi di Medea e dei suoi interventi con il Coro sono stati selezionati e curati per la recitazione da Maria Venuso , Dott

La boîte à joujoux – 2019 | L’amore non è un gioco

La boîte à joujoux – 2019 L’amore non è un gioco L’Istituto Suor Orsola Benincasa e il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella dal 12 al 21 febbraio 2019 presentano al pubblico uno spettacolo che unisce le forze di due tra le più prestigiose Istituzioni della città di Napoli e del territorio nazionale: La boîte à joujoux 2019 - L’amore non è un gioco , balletto in un prologo e due quadri su musica di Claude Debussy, che andrà in scena presso la Sala Scarlatti del Conservatorio partenopeo. . Creato nel 1913 come La boîte à joujoux (balletto in un prologo, tre quadri e un epilogo), con didascalie e illustrazioni di André Hellé (edizioni Durand & fils ), il balletto – pensato per il teatro di marionette ˗ è dedicato alla figlia del compositore, Emma, detta Chouchou e vede protagonisti i giocattoli, che nottetempo si animano e diventano metafora del più classico dei topoi teatrali: il triangolo amoroso tra una bambola, un Pulcinella e un soldatino.

Convegno ed eventi: Danza e Ballo a Napoli nell'Ottocento

AIRDanza -L’Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza -  e la Fondazione Pietà de’ Turchini /Centro di Musica Antica hanno organizzato a Napoli, dal 9 all’11 novembre 2017, un Convegno internazionale dal titolo: Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l’Europa (1806-1861) . Le sessioni si svolgeranno in sedi prestigiose appartenenti a istituzioni che hanno attivamente collaborato con l’organizzazione, quali l’ Archivio di Stato di Napoli , la Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” , l’ Università Suor Orsola Benincasa , il Teatro di San Carlo (MeMus). Il Comitato scientifico è costituito da: Roberta Albano (studiosa indipendente), Rosa Cafiero (Università Cattolica di Milano) , Elena Cervellati (Università di Bologna), Arianna Fabbricatore (Université Paris-Sorbonne), Francesca Falcone (Accademia Nazionale di Danza, Roma), Paologiovanni Maione (Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella”, Napoli), José Sasportes (studioso indipendente), Francesca Seller