Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta vespers

The Vespers I love

Il fatto che io sia irrimediabilmente attratta dai lavori dell'Avin Ailey American Dance Theatre fa si che non possa non essermi sentita profondamente coinvolta durante l'interpretazione di Vespers  a cui ho assistito sabato sera nella sede di Movimento Danza. Purtroppo non sono stata presente ad entrambe le serate, ma mi ritengo oltremodo fortunata ad esserci stata proprio quando in scena andava una coreografia di Ulysses Dove! Cinque ragazze che hanno scatenato l'inferno: accenti e impulsi a tal punto decisi da far sobbalzare il petto scaraventando in avanti e in alto i corpi energici e furiosi nostalgicamente vestiti di nero. Precisione, tecnica, forza, velocità e tanta, ma proprio tanta sensualità animale. Insomma, ho potuto godere del piacere di assistere ad un'ottima rappresentazione dell'orgoglio nero riproposto da talentuosi corpi bianchi.

Invito Di Seconda Mano

Finalmente va in scena, presso la sede di Movimento Danza, Di seconda mano rassegna di danza contemporanea ideata e diretta da Gabriella Stazio. Per la prima giornata sono previsti tre lavori arrivati in  finale nel concorso  Coreografi in Movimento:    MANOMISSIONI , composizione di Silvio e Simona Perrella, vincitrice di Coreografi in Movimento 2013 in cui protagoniste della scena sono le mani vorticose e illusorie. IN – COMUNICAZIONE,  lavoro in cui Valeria D’Antonio affronta l’importanza della comunicazione semplice e diretta libera da ambiguità. S'ADDENZA , coreografia di Olimpia Panariello che discute del divario incolmabile, o forse no, tra chi soccombe alle regole omologanti della società e chi invece le combatte in nome dell'autenticità perduta.   Nella seconda giornata invece, oltre a riproporre Manomissioni , sarà possibile assistere a   VESPERS , coreografia del 1986 di Ulysses Dove rimodulata da Stefania Contocalakis e su musiche di Mikel Rouse.