Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta anna razzi

Peter Pan al Teatrino di Corte di Palazzo Reale

Non c'è notizia più bella del sapere che gli spettacoli  per i bambini fanno sempre  sold out , ciò vuol dire che ci sono genitori che davvero ce la mettono tutta per sensibilizzare i propri figli e per avvicinali al mondo della cultura anche attraverso il balletto. Poi chissà cos'è che va storto, chissà che succede per cui arrivati all'età dell'adolescenza molti, ma davvero molti ragazzini, anche quelli che da piccoli sembravano essere interessati alle espressioni artistiche si allontanano in maniera quasi irreparabile dal teatro. Anche i fanatici della danza, anche gli allievi di scuole che trascorrono ogni pomeriggio in sala a studiare finiscono per non andare più in quello che invece dovrebbe essere il luogo naturale in cui passare del tempo proficuo non solo alla formazione professionale, ma anche e soprattutto alla costruzione lenta e minuziosa di un'animo raffinato. Comunque non deponiamo le armi, non ci arrendiamo e continuiamo nella nostra missione di

Il discorso del sindaco De Magistris al Teatro San Carlo

Anna Razzi con Alessandro Macario Uno scroscio di applausi infinito fa da sottofondo all'entrata in scena della sovrintendente Rosanna Purchia e del sindaco di Napoli, presidente del CdA del Teatro San Carlo, Luigi De Magistris , due le targhe consegnate ad Anna Razzi : una per insignirla dell'onorificenza di Presidente Onorario a vita della Scuola di Ballo e l'altra in segno di riconoscimento e di affetto per il lavoro svolto. Queste le parole del sindaco: " Più volte ho parlato a quattr'occhi con Anna e nelle sue richieste c'era sempre quella di dare grande valore e grande riconoscenza al ballo. Vorrei ricordare un fattore che non deve essere dato per scontato: quando le scuole di ballo e i corpi di ballo chiudevano in altri teatri del nostro Paese, più finanziati e considerati più importanti del nostro, noi abbiamo difeso il corpo di ballo e la scuola del teatro San Carlo grande orgoglio della città di Napoli. Donando ad Anna Razzi il titolo di preside

Gala Scuola di Ballo Teatro San Carlo - ultimo appuntamento con Autunno Danza

Domani, 20 ottobre, ultimo appuntamento per Autunno Danza al Teatro San Carlo di Napoli. Un Gala dedicato alla maestra che va via, un evento pensato e studiato e organizzato col cuore per salutare chi, con amore e dedizione, si è dedicata instancabilmente alla formazione dei ballerini e delle ballerine di oggi e di domani. Anna Razzi , praticamente obbligata a lasciare il suo ruolo di direttore della storica Scuola di Ballo dal decreto Madia, non andrà via definitivamente, ma continuerà a rappresentare un punto di riferimento per il direttore appena nominato Stéphane Fournial , per tutti i giovani allievi e per la sovrintendente Rosanna Purchia che di certo non intende rinunciare ad una figura professionale e umana tanto preziosa. Anna Razzi , diplomata alla Scuola dell’Opera di Roma, è stata prima ballerina e quindi étoile alla Scala fino al 1985. Ha danzato con Nureyev, Bortoluzzi, Schauffus, Petit, Dupond, invitata da Béjart, dai Teatri di New York, Richmond, São Pa

Al Teatro San Carlo torna Autunno Danza

ph Francesco Squeglia Le grandi passioni in scena con la danza al Teatro di San Carlo Ritorna al  Teatro di San Carlo   Autunno Danza  con 5 appuntamenti in meno di due settimane una rassegna che da sei anni il Massimo napoletano dedica all'arte coreutica. la gelosia di Otello , amore e morte di Carmen , i sogni e la determinazione degli Allievi della Scuola di Ballo  per un omaggio alla carriera di Anna Razzi 5 appuntamenti Giovedì 8 Ottobre 20.30 /  Venerdì 9 Ottobre 18.00  Otello tratto dalla di William Shakespeare qui nella versione coreografica di Fabrizio Monteverde , su musiche di Antonín Dvořák . (José Perez, Anbeta Toromani, Alessandro Macario) Martedì 13 Ottobre 20.30 / Mercoledì 14 Ottobre 18.00 Spanish Dance&Concerts nuova coreografia firmata dal maître de ballet del San Carlo, Lienz Chang , su musiche di Jules Massenet e  Carmen suite , composta da Georges Bizet con la popolare coreografia di Alberto Alonso , ripresa da Sonia Calero ph Pierlui

Voi sul palco e io in platea. Non ho sofferto...che fatti!

Mi sono divertita molto ad assistere al saggio di fine anno del San Carlo, mi sono divertita perché ho potuto proiettare nel viso di tutti quei ballerini le emozioni che provavo da piccola e ho cercato il volto e il corpo che più mi somigliavano per avere una sorta di opportunità, di flash back, di ritorno al passato. Quanto è incredibile per un piccolo ballerino stare sul palco e sentire gli applausi, la tensione e le aspettative sospese nell'aria, le luci soffuse in sala e quelle accecanti sul viso. Il sipario, l'intro musicale, le ultime battute e poi tutta la scena che si dispiega davanti solo per accogliere la danza. Protagonista per una serata, protagonista di una lunghe serie di giornate di sala prove: l'assegnazione dei ruoli, la sarta che prende le misure per i costumi, le scarpette da ammorbidire, i consigli delle amiche. Era tutto così fantastico quando studiavo danza e sentirsi una stella era davvero semplice. La sera dello spettacolo poi le atmosfere assaggiate

Una scorpacciata di San Carlo in questi giorni!

Jia Rusckaja Ed ecco che il San Carlo si aggiudica un bel riconoscimento il Premio Roma Jia Rusckaja come "Miglior Accademia"   istituito in memoria di colei che nel 1940 fondò la Regia Scuola di Danza oggi conosciuta come Fondazione dell'Accademia Nazionale di Danza (Roma). Di certo il premio non poteva che aggiudicarselo la scuola di danza più antica di tutta Europa che ancora oggi prepara i giovani danzatori dando loro le ali per fare il giro dei continenti. Anna Razzi non può che gioire, perché infondo il premio è tutto suo e arriva proprio dalla sua città, dirige la scuola di ballo da 24 anni portando tra le mura, gli spogliatoi, le grandi sale i suoi ricordi e la sua esperienza. Ha danzato con i grandi della scena internazionale, è stata étoile del Teatro alla Scala di Milano e ha ispirato alcune delle coreografie di Roland Petit e Léonide Massine. Il premio sarà consegnato durante la cerimonia del 20 novembre a Roma nella sede di villa Abamelek. Alla luce

Al San Carlo c'è il Corsaro

Si condensarono in un solo balletto tutti gli elementi adatti a catturare l'attenzione del pubblico di metà ottocento: l'amore travolgente e passionale ostacolato dall'uomo e dalla natura, l'esotico sfarzoso e pur sempre selvaggio, la schiava resa libera dal pirata che tutto vuole e tutto può.  Nel pieno del romanticismo inglese, in cui le opere dei tre grandi Byron, Shelly e Keats rendevano possibile l'evadere con la mente e con la fantasia per approdare su lidi lontani e irrangiungibili, nasce come emanazione dello spirito romantico Le Corsaire su musiche di Adolph Adam.  Estasiato dalla magnificenza di un Oriente tanto lontano quanto profondamente diverso dall'Occidente ordinato e monogamo lo spettatore gode di visioni surreali tra harem ed eunuchi, sultani e venditori di schiave. La dolcezza e la malinconia di un amore che lotta contro tutto e tutti, estenuato persino dall'opporsi della natura ostile e beffarda, è rappresentata da variazioni e pa

San Carlo: Gala della Scuola di Ballo

Uno degli incontri più apprezzati dal pubblico del Teatro di San Carlo è senza dubbio il Gala della Scuola di Ballo diretta da Anna Razzi che quest'anno ritorna sulla scena con Verdiana, per la coreografia di Fausta Mazzucchelli e su musiche di Giuseppe Verdi, Paquita Divertissement , di Marius Petipa e ripresa da Anna Razzi su musiche di Ludwig Minkus e Pas de deux   in una fusione del repertorio classico con quello moderno .  Il costo dei biglietti consente a chiunque di assistere ad uno spettacolo di livello tecnico e scenografico eccellente, è un'occasione da non perdere sia per quanti già seguono fedelmente la danza che per coloro ancora scettici. Riempire la platea e i palchi del San Carlo, soprattutto per l'esibizione della scuola di ballo, significa fare un gesto concreto in un momento storico del Teatro Massimo particolarmente difficile. Sostenere la danza, ancor più quando si tratta di giovani promesse del palcoscenico è un dovere prima ancora di essere un pres

Autunnodanza 2013

Autunnodanza arriva alla sua IV edizione al Teatro di San Carlo e apre il sipario con l'opera ballettistica più prestigiosa di tutti i tempi: Il lago dei cigni.   Il 22 settembre andrà in scena, con il capolavoro di Marius Petipa, la compagnia di balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo e a dirigere l'orchestra sarà il maestro Mikhail Agrest. Il  26 ottobre "Verdiana" e "Paquita divertissement" saranno eseguite magistralmente dalla Scuola di Ballo del lirico napoletano per la serata di Gala diretta da Anna Razzi. Il 2 novembre l'étoile Carla Fracci, insieme al ballerino ospite Alessandro Macario e al corpo di ballo del San Carlo, interpreterà "Das Mrienleben", coreografia a lei dedicata dal marito Beppe Menegatti su musiche di Paul Hindemith. Per concludere il 7 novembre   il coreografo Mauro Bigonzetti ritorna con la sua "Cantata" dopo il grande successo della scorsa stagione.   Info 081.