Passa ai contenuti principali

Teatro Bellini di Napoli: la stagione Dance&Performance '22/'23

 

video promo stagione danza

Note di regia a cura di Manuela Barbato ed Emma Cianchi


Dietro ogni stagione che programmiamo persiste lo stesso spirito del primo giorno e dopo 6 anni crediamo ancora fermamente nella missione di propore al pubblico la danza in ogni stile e genere col fine di abbattere vecchie credenze e sterili pregiudizi che vedono uno stile superiore a un altro in termini di dignità.


    Non è lo stile a donare qualità allo spettaccolo, ma la ricerca, il lavoro, l'impegno, lo studio che ci sono dietro. Il neoclassico, l'hip-hop, il flamenco, la danza contemporanea, il teatrodanza fino al physical theatre sono tutti linguaggi espressivi degni di attenzione e che – una volta arrivati sul palcoscenico del Teatro Bellini o del Piccolo Bellini – sbalordiscono, stordiscono, emozionano un pubblico che oramai non è più scettico, ma, incuriosito, viene in teatro a vedere sempre più danza!

                                    QUESTA STAGIONE È LA FINE DEL MONDO 


DAL 12 NOVEMBRE AL 13 NOVEMBRE
Piccolo Bellini



Quest'anno apriamo con RE_PLAY di Giselda Ranieri prodotto da ALDES di Roberto Castello: in scena una tra le più interessanti ed incisive performer e danzatrici italiane viaggia tra i ricordi in un continuo replay di situazioni già vissute ed esperienze passate. Un computer, un proiettore, diversi dispositivi digitali interconnessi danno vita ad un lavoro interattivo di danza, performance, teatro. La Ranieri si racconta tramite le parole e la danza, il digitale e il ricordo che torna vivo attraverso le immagini di una memoria umana e digitale.


DAL 09 DICEMBRE AL 11 DICEMBRE

Teatro Bellini





Due pianoforti a coda, un soprano, un controtenore, 12 danzatori/trici in scena e una scenografia mozzafiato. Si tratta de La nona (dal caos, il corpo) di Roberto Zappalà con musiche di Ludwig Van Beethoven dalla Sinfonia n°9 op.125 suonate dal vivo. Senza dubbio la più rapresentativa compagnia di danza italiana - insieme all'Aterballetto di Reggio Emilia – la compagnia Zappalà Danza finalmente arriva al Teatro Bellini di Napoli. Un lavoro colossale insignito di innumerevoli premi e che quest'anno andrà in scena nei più prestigiosi teatri italiani da nord a sud per celebrare il successo di uno dei più apprezzati capolavori del coreografo siciliano. Danza, danza, danza! Tecnica virtuosa, forza estrema, sensualità, interpretazione in uno spettacolo che lacerà il segno negli appassionati di danza e di musica classica. Connubio perfetto di adrenalina ed eleganza!



DAL 17 DICEMBRE AL 18 DICEMBRE
Piccolo Bellini




CHAT – KEEP IN TOUCH del coreografo e danzatore Nicolas Grimaldi Capitallo prodotto da Cornelia racconta del cambiamento in atto nel corpo umano come conseguenza dell'uso smodato dei social media e dei device. Da sempre gli artisti anticipano le criticità di un'epoca e già da diversi anni l'arte si sta occupando della deriva social e più in generale del passaggio quasi totale dalla vita reale a quella virtuale. Una compagnia di danza contemporanea, Cornelia, che sta risscuotendo incredibile successo di critica e di pubblico tanto per la minuziosa ricerca in termini di linguaggio espressivo quanto per la bellezza dei danzatori che la compongono.


DAL 21 GENNAIO AL 22 GENNAIO

Piccolo Bellini



In ROSAROSAEROSAE la coreografa Sara Lupoli, già in precedenza ospitata al Piccolo Bellini, torna con un lavoro toccante che vede come protagonista la pelle della danzatrice in scena. Un meticoloso e maniacale lavoro di video mapping riproduce sulla pelle dell'interprete il suo stesso viso, il suo stesso corpo...il suo vissuto e il vissuto di altre donne. Uno spettacolo romantico in cui i costumi, le scenografie, le proiezioni, l'intensità della danzatrice e la musica originale danno luogo ad un viaggio introspettivo tra sogno e realtà sfruttando la metafora del cinema per portare in scena ricordi ed emozioni del proprio vissuto. È uno spettacolo che emotivamente risulta molto toccante e che induce a profonde riflessioni oltre che incantare per la bellezza della mise en scène.


DAL 25 FEBBRAIO AL 26 FEBBRAIO

Piccolo Bellini



GRNDR_Date No One di Andrea Zardi scatena sul palco del Piccolo Bellini la follia del mondo digitale, il delirio di chi ne diventa vittima, l'alternanza tra l'essere consapevoli o incoscienti del potere che il mondo delle app per appuntamenti ha su chi desidera di innamorarsi, incontrare, conoscere... Una dipendenza, un'ossessione che lascia pochi momenti di lucidità in cui la ricerca di vie di uscite dalla follia di un mondo parallelo si alterna alla voglia irrefrenabile di utilizzarle ancora e ancora....


DAL 06 APRILE AL 07 APRILE

Piccolo Bellini



Dallo Staatsballett di Hannover arriva il talentuosissimo e pluripremiato danzatore Rosario Guerra in uno spettacolo creato ad hoc per il Teatro Bellini e che vede in scena - oltre a lui – altri tre incredibili danzatori/trici. Tale of us è la danza di altissimo livello performativo e drammaturgico pregna di esperienza e di eleganza in un connubio di tecnica e interpretazione degne dei grandi palcoscenici.


DAL 17 FEBBRAIO AL 19 FEBBRAIO

Teatro Bellini



Lili Elbe Show liberamente ispirato al libro “the Danish Girl” che ha riscosso successo in tutto il mondo è uno spettacolo ideato e coregrafato da Sasha Riva e Simone Repele già solisti al Grand Théâtre de Genève oggi ballerini freelance ospiti dei più importanti festival e Gala internazionali. Prodotto da Riva&Repele, Daniele Cipriani Entertainment e Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano vanta uno stile unico che spazia dal neoclassico al contemporaneo. Scene, costumi, cifra stilistica si distinguono in quanto ad eleganza e raffinatezza.


DAL 14 APRILE AL 16 APRILE

Teatro Bellini



A concludere la stagione ci pensa un capolavoro indiscusso della scena mondiale Pasionaria della compagnia spagnola La Veronal diretta da Marcos Morau. Quali parole utilizzare per presentare Pasionaria? Forse nessuna, se non che è un obbligo quasi morale essere in paltea per assistere ad uno spettacolo distopico mai visto prima. Morau, con il suo stile a dir poco unico ed inimitabile ci porta con una danza agile e adrenalinica in un futuro in cui non riusciamo neanche più a riconoscere noi stessi o a sentire che stiamo vivendo la nostra stessa vita.



Lavoriamo con un duplice obbiettivo: proporre tutti gli stili di danza con la medesima dignità e il medesimo risalto e portare ogni anno a Napoli, sul palcoscenico del visionario Teatro Bellini, almeno una compagnia di fama internazionale mai vista prima nel sud italia... Usciamo fuori dagli schemi, abbattiamo i preconcetti, andiamo oltre quelle che sembrano inattaccabili certezze e diventiamo sempre più palcoscenico internazionale crocevia di stili e di commistioni di linguaggi.

Manuela Barbato Emma Cianchi


manuela barbato - emma cianchi
curatrici stagione danza teatro bellini di napoli
ph federica capo


Post popolari in questo blog

BANDO - Workshop di 3 giorni con Wim Vandekeybus

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE AL WORKSHOP CON IL COREOGRAFO WIM VANDEKEYBUS 2, 3 e 4 maggio negli spazi di Artgarage* SCADENZA 28 FEBBARIO wim vandekeybus Wim Vandekeybus (1963) è coreografo, ballerino, regista e fotografo. Ha fondato la sua compagnia di danza  Ultima Vez a metà degli anni Ottanta e ha creato, con il suo stile unico, delle vere e proprie pietre miliari nello sviluppo della danza contemporanea degli ultimi decenni.  Il suo linguaggio nasce dall'intuizione, dall'impulso, dall'istinto ed è caratterizzato da un'incredibile e inarrestabile energia sfidando e rischiando al limite del pericolo. Attraverso la danza Vandekeybus mette in scena la sua visone drammatica e conflittuale del mondo ed è proprio il conflitto sempre in atto ad esempio tra mente e corpo, sentimento e intelletto, uomo e donna, natura e cultura, uomo e animale, gruppo e individuo, illusione e realtà a caratterizzare la sua produzione artistica.  La danza è resa sempre in modo potentemente t

MacMillan e Balanchine al Teatro San Carlo - la purezza del neoclassico valorizza tutto il corpo di ballo - #recensione

  GEORGE BALANCHINE / KENNETH MACMILLAN i Maestri del XX secolo  recita di martedì 8 marzo h 17 Concerto  di  Kenneth MacMillan cast  I movimento: Giorgia Pasini - Salvatore Manzo /  II movimento: Luisa Ieluzzi - Ertugrel  Gjioni / III movimento: Annalina Nuzzo Theme and Variation di George Balanchine cast Louis David Valle Ponce - Claudia D'Antonio - Stanislao Capissi  luisa ieluzzi - ertugrel gjioni ph luciano romano Si è tornati a vedere la danza - purtroppo davvero pochina in questa stagione -  al Teatro di San Carlo  e questa volta non si tratta di balletto , ma di uno spettacolo dal sapore fresco e dalla piacevole scorrevolezza tipica dei due maestri del XX secolo a cui la serata è dedicata: George Balanchine e Kenneth MacMillan  presentati in un programma molto ben accolto dal pubblico.  La cifra stilistica e il linguaggio coreografico di MacMillan - nei tre Movimenti in cui si divide  il  Concerto n2 di Dmitri Shostakovich - sono raffinati e fluidi e colorano lo spettacolo

Napoli in Danza - il Premio, il Gala nella meravigliose cornice di Acquamorta

  Premio Napoli in Danza - 06-07-08-09-10 luglio 2022 - Monte di Procida (Na) Il Comune di Monte di Procida , in collaborazione con l’ Associazione Italiana Cultura Sport (A.I.C.S.) Comitato Provinciale di Napoli – Ente di Promozione Sociale, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI – organizza: il Premio Napoli in Danza . L’iniziativa oltre ad essere un grande evento culturale, ben si lega alle politiche di promozione della nostra comunità in occasione delle celebrazioni di Procida Capitale della Cultura. Il festival si svolgerà sotto la Direzione Artistica dei due maestri di danza Antonio Colandrea e Antonio Salernitano. Il Premio si svolgerà per la terza edizione a Monte di Procida (Napoli), località Acquamorta – Largo 7 Luglio, nei giorni dal 6 al 10 luglio e terminerà con il GRAN GALÀ, in cui saranno assegnati premi a personaggi di rilievo del mondo della danza e si esibiranno ospiti di fama internazionale. Premessa del presidente Alessandro Papacci